Ricetta Cappelletto Ferrarese

Ricetta per 6 persone

La loro forma caratteristica si fregia di discendenze mitologiche, perché si dice che rappresentino l’ombelico di Venere, la dea della bellezza; racchiuso da delicata sfoglia, il battuto di carne e formaggio è lo squisito ripieno. I “caplit”, si distinguono dai più comuni tortellini sia per forma, che per sostanza.
La tradizione vuole che ogni massaia per la preparazione del “batù”, (il gustoso ripieno di carne), custodisca un antica ricetta tramandata di generazione in generazione.

Ingredienti per il ripieno (al batù): gr 100 di polpa di suino, gr 100 di petto di pollo, gr 100 di goletta, gr 100 di polpa di vitello, gr 100 di salame da pentola, gr 200 di parmigiano reggiano grattugiato, 1 uovo, noce moscata, sale, e olio evo q.b.

Ingredienti per la sfoglia (la sfoja): gr 500 di farina 5 uova.

Procedimento: Rosolare in un tegame con un po’ di olio i vari tipi di carne , tritare la carne rosolata ed unire il parmigiano , la noce moscata, l’uovo e il sale. Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e consistente ma morbido e saporito. E’ consigliabile preparare l’impasto il giorno, riposando i sapori si amalgamano meglio.

Preparare la sfoglia, tirandola con mattarello di legno (sgnadur), allo spessore di circa un paio di mm. Tagliarla a quadretti con lato di 4 cm sui quali porrete un cucchiaino abbondante di ripieno. Unire le punte non contigue dei quadretti di pasta, chiuderli in modo tale da creare dei triangoli e girare su se stesse le due punte orizzontali, ottenendo i cappelletti.

Versare i cappelletti in un buon brodo bollente di carne di manzo e di gallina e cuocere per 5 minuti.